• Eliana Pagliardi

Perché continuare a scrivere a mano?


Nel periodo dell’epidemia da Coronavirus, stiamo tutti vivendo in una situazione particolare in cui si sono sovvertite le nostre abitudini. Se la maggior parte degli adulti sono stati chiamati allo smart -working, i nostri ragazzi e bambini si sono ritrovati a confrontarsi con la didattica a distanza e nella maggior parte dei casi hanno tralasciato l’uso della penna per scrivere.

Ora vorrei ricordare l’importanza della scrittura manuale e perché è sempre una buona cosa utilizzarla.

Nei bambini e ragazzi con disgrafia, consiglio sempre un aiuto professionale specifico per migliorare il gesto grafico e per non consolidare ulteriormente gesti e movimenti poco funzionali, ma ciò non impedisce loro di usare la penna facendo attenzione alla giusta impugnatura, stimolando il riscaldamento di mani, dita e polsi prima di iniziare a scrivere e curandosi della giusta direzionalità della scrittura. Per tutti, suggerisco di prendere carta e penna ed esercitarsi !

La scrittura manuale è importante per diverse ragioni: nelle prime fasi dell’apprendimento favorisce lo sviluppo neurologico e stimola a livello motorio, poi migliora la concentrazione, la memoria, il controllo emotivo e motorio.

Inoltre, Benedetto Vertecchi, professore di Pedagogia all'Università di Roma Tre, afferma che, la scrittura a mano aumenterebbe la capacità di linguaggio nei bambini, permettendogli di esprimere su carta pensieri più riflessivi e ragionati.

E, impugnare una penna o una matita, migliora notevolmente la motricità fine del bambino e diminuisce l’ansia, quindi scrivere aiuta a rilassare mente e psiche. il cervello dei bambini che prediligono questo metodo è più attivo rispetto a quello di chi scrive su una tastiera.

Quindi bambini e ragazzi, cosa aspettate?

Tel 347 1894893

  • White Facebook Icon

Eliana Pagliardi

elianapagliardi@gmail.com

© 2018 by Eliana Pagliardi

P.I. 11436631003

Grafologa

Educatrice del gesto grafico

Counselor